L’igiene dentale: è solo una pulizia dei denti o qualche cosa di più?

Molto spesso, in passato in particolare, si delegava l’ igiene dentale, o ablazione del tartaro, alle signorine di studio o al dottorino neolaureato, perché ritenuta una prestazione di poca importanza.

Oggi giorno e soprattutto dello studio della dottoressa Caterina Comin Chiaramonti viene prestata molta attenzione a questa prestazione, che dal nostro punto di vista è sempre un momento fondamentale per la salute della bocca dei nostri pazienti.

La seduta di igiene orale per i nuovi pazienti è come una visita molto molto accurata. Si controllano: le gengive e il loro grado di infiammazione attraverso la rilevazione dell’ indice di PSR, l’indice di placca batterica,la mobilità dei denti, la presenza di carie, le modalità di spazzolamento e le manovre di igiene orale domiciliare, la predisposizione quindi ad ammalare di malattia parodontale ( piorrea), le eventuali malocclusioni e tutto ciò che esse comportano e ancora la presenza o meno di lesioni dei tessuti molli.

Il paziente ha quindi la possibilità di valutare l’attenzione che gli odontoiatri dello studio hanno per questa manovra, le attrezzature tecnologicamente avanzate che vengono utilizzate, il grado di pulizia e sterilizzazione degli strumenti e non ultima la leggerezza della mano, la cura e la premura che si usa nel far stare bene il paziente.

Tutto ciò è una esperienza che rivivono i pazienti fidelizzati, che vengono alle periodiche sedute di igiene, affrontandole come un vero e proprio “tagliando “, proprio per mantenere sana la loro bocca e armonioso il loro sorriso.

E per i pazienti che soffrono di sensibilità dentale durante e dopo la seduta di igiene? Cosa si può fare per loro?

Per chi fosse fastidiosa o dolorosa la seduta di igiene può essere supportato dalla sedazione cosciente con il protossido d’azoto, che alzando la soglia del dolore e intorpidendo leggermente le mucose, rende addirittura gradevole la seduta stessa.

Per chi invece soffrisse di ipersensibilità dentale a seguito della seduta di igiene, viene applicata una pasta desensibilizzante prima durante e dopo il trattamento professionale, la cui applicazione può essere continuata anche successivamente con un trattamento domiciliare.

Per concludere, la seduta di igiene desideriamo che nello studio della dottoressa Caterina Comin Chiaramonti sia un momento di verifica per la salute della bocca e per riacquistare un sorriso armonioso fresco e luminoso.

Commenti

commenti

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.